italiano

MeteoPhotoVideoAbout UsWebcam

Home      
Incentive   Ticino St. Moritz
Team building      
Entertainment      
Golf      
About Us      

MP ACTION
Via Cantonale, CH-6922 Morcote
Tel. +41(0)91 996 20 02 - Fax +41(0)91 996 20 02
email: info@mpaction.com


Incentive - Viaggi aziendali

L'importante è incontrarsi

L'organizzazione di un "Incentive", vale a dire viaggio aziendale permette di migliore le relazioni pubbliche con i propri clienti (CRM Customer Relationship Management).
Dividere il tempo libero con i propri clienti, infatti, porta a creare un rapporto di fiducia e confidenza.
Ogni "Incentive" è un prodotto unico, creato e realizzato in funzione delle specifiche esigenze dell'azienda promotrice.

La MP ACTION vi offre l'organizzazione dall'A alla Z e programmi in tutte le stagioni dell'anno. Il nostro obiettivo, è quello di trasformare delle attività, in eventi speciali ricchi di emozioni.

La MP ACTION è l'agenzia leader per l'organizzazione di viaggi aziendali in Ticino, viaggi aziendali nella Svizzera italiana. Opera nell'organizzazione di viaggi aziendali in Ticino, gestione viaggi aziendali Ticino.
La vicinanza alla Lombardia e all'Engadina consente alla MP ACTION di offrire servizi di fascia molto alta per l'organizzazione di viaggi aziendali a St. Moritz e viaggi aziendali in Engadina, mentre per quanto riguarda la Lombardia la MP ACTION dispone di strutture capaci di ospitare viaggi aziendali a Como, viaggi aziendali sul Lago di Como, viaggi aziendali a Varese e viaggi aziendali sul Lago di Varese.




Servizi MP ACTION per l'organizzazione di viaggi aziendali di successo

  • Creazione e gestione di un programma per viaggi aziendali dall'A alla Z.
  • Gestione del budget del programma del viaggio aziendale.
  • Scelta della destinazione (Location) ideale del viaggio aziendale.
  • Individuazione e prenotazione dell'albergo ideale per il pernottamento del viaggio aziendale a prezzi migliori disponibili sul mercato.
  • Prenotazioni delle sale conferenze/congresso, per riunioni, incontri e attività professionali legate al programma del viaggio aziendale.
  • Definizione dei ristoranti e dei menu per il viaggio aziendale.
  • Creazione di un programma personalizzato per il tempo libero, come: escursioni guidate, intrattenimenti, visite culturali
    e di studio, giochi di gruppo, attività ricreative, eventi gastronomici ed enologici, shopping, altro.
  • Programma / Attività di "Team Building" per il viaggio aziendale. > Programmi speciali per accompagnatori di viaggi aziendali.
  • Organizzazione di eventi speciali per il viaggio aziendale (special event).
  • Organizzazione e gestione di trasferte in autobus privati, battelli, treni, limousine, altro.
  • Fornitura di Hostess di bella presenza, animatori sportivi e di contatto, per il viaggio aziendale.
  • Consulenza per la fornitura di gadget, souvenir da offrire agli ospiti del viaggio aziendale.
  • Gestione Video ed album fotografico di tutto il programma del viaggio aziendale.

Cos'è un viaggio aziendale

Il viaggio aziendale, chiamato anche "Incentive", è un premio "Top" per i dipendenti/collaboratori di un'azienda. In altre parole, è uno strumento di motivazione per il personale. Con l'azione di "incentivare", infatti, l'azienda si propone il potenziamento delle risorse umane e il miglioramento della qualità.
Nato negli Stati Uniti, intorno agli anni '60 è giunto e si è sviluppato anche in Europa, grazie soprattutto alla diffusione del viaggio-premio per i venditori e rappresentanti. Negli ultimi anni si sta assistendo ad un utilizzo sempre maggiore di questa forma di strategia d'incentivazione (viaggio aziendale). In particolare, perché numerosi studi, hanno ampiamente dimostrato che il viaggio aziendale (Incentive) possiede una capacità motivante senz'altro efficace. Per i suoi elevati contenuti emotivi e le varie possibilità di personalizzazione, acquista un va­lore aggiunto difficilmente quantificabile in termini economici.

Per chi vi partecipa, infatti, esso rappresenta:

distacco dal lavoro e dalla routine quotidiana socializzazione con i colleghi e miglior conoscenza del management azien­dale (al di fuori dei formalismi dell'impresa) Un'occasione di promozione sociale, soprattutto se il viaggio aziendale è arricchito di dettagli (per esempio (albergo sontuoso, destinazione particolarmente gradita, animazioni originali, intrattenimenti divertenti, altro)
Un'opportunità per tutti, di formazione e di crescita Dal punto di vista aziendale, le caratteristiche principali che rendono il viaggio aziendale il più importante "Incentive" applicabile ad iniziative strategiche di ogni tipo, sono:

  • Il suo potere di suggestione.
  • La sua estrema flessibilità.
  • L'opportunità di dimostrare la propria capacità organizzativa.
  • La possibilità di creare uno spirito di gruppo (questo solitamente viene fatto con attività di Team building).
  • Se gradito, può essere ripetuto e diventare un appuntamento aziendale parti­colarmente gradito e atteso.

Differenza tra “Incentive” e “Promozione”

Per non creare confusione è necessario fare una distinzione tra i termini incentivare e promuovere, naturalmente riferiti ad un contesto aziendale e marketing.
Entrambi hanno in comune il fatto di essere strategie di comunicazione “persuasiva”. Mentre nel primo caso, come già descritto incentivare è un’attività destinata a dipendenti/collaboratori di un’azienda a tutti i livelli, nel secondo caso la “promozione” ha per destinatario privi­legiato il consumatore/acquirente. Vale a dire, è uno strategia marketing finalizzata ad obiettivi di vendita (stimola il destinatario all’acquisto), nonché alla valorizza­zione del prodotto.

Alla base dell’incentivazione ci sono le motivazioni più profonde

In economia, le strutture organizzative non esistono in sé; esse esistono in quanto azione organizzativa di specifici insiemi di persone che interagiscono. Un dipendente per eseguire il proprio lavoro con necessario soddisfazione, deve essere motivato in modo corrispondente. Ogni individuo ha dei bisogni (vedi teorie sulla gerarchia dei bisogni di Maslow, Maya, altri) che posono essere ordinati secondo una gerarchia. Ma individuare i bisogni da soddisfare dei dipendenti e studiare come possano integrarsi con i bisogni dell’organizzazione generando un re­ciproco vantaggio, non basta. Il passo successivo è soddisfare tali bisogni.
La motivazione diventa allora un processo dinamico che parte dal bisogno, si svolge attraverso un comportamento motivato e si conclude con il suo soddisfacimento. In definitiva, ogni azione di mo­tivazione rappresenta un intervento finalizzato a creare le condizioni perché l’individuo, spinto da un bisogno interiore, sia stimolato ad agire per raggiungere uno stato di “non bisogno”, ottenendo nel contempo un “premio” che costituisce un ulteriore elemento di gratificazione. Dal piano di in­centivazione alla strategia di motivazione. Alla luce di queste premesse appare evidente come il passaggio dall’incentivazione alla motivazione avvenga sulla base della capacità di porre l’uomo al centro di tutte le strategie di marketing e di comunicazione.
Tutto questo è ben noto agli specialisti del settore che, prima di proporre un’operazione d’Incentivazione si soffermano a lungo sull’analisi del “sistema” azienda, sui valori e sulla cultura, sulla pianificazione strategica e, finalmente, sugli obiettivi che si vogliono raggiungere.
E’ solo all’interno di una strategia di marketing che può nascere, infatti, una buona campagna d’incentivazione.
In questa prospettiva si spiega poi anche il carattere di eccezionalità dell’incentivazione, collegato a ben precisi obiettivi aziendali definiti temporalmente. Se essa avesse, infatti, un valore perma­nente risulterebbe difficile motivare troppo a lungo i destinatari, le cui prestazioni, seppure a livelli superiori alla media, finirebbe per subire una nuova standardizzazione.
L’obiettivo di una strategia di motivazione può essere in ogni caso frazionato in tanti obiettivi in­termedi o traguardi quanti sono i destinatari, secondo i livelli di prestazione di ciascuno. Oppure può essere comune per tutti gli appartenenti ad una determinata fascia di destinatari.
In ogni caso, l’obiettivo risulterà essere tanto più “motivante” quanto precisamente misurabili e commisurato agli effettivi margini di miglioramento delle prestazione dei destinatari della campagna.
Il carattere eccezionale di un’operazione d’incentivazione non escludere tuttavia il fatto che, se studiata in modo strategico, così da essere realmente in grado di incidere sui comportamenti del destinatario, essa possa ottenere delle risposte che si prolungano nel tempo ben oltre la durata temporale dell’iniziativa.

Come organizzare un viaggio aziendale

  1. Definire gli obiettivi del viaggio aziendale: l’azienda deve fissare gli obiettivi che intende raggiungere.
  2. Definire il target del viaggio aziendale: l’azienda deve focalizzare chi sono i destinatari del viaggio aziendale.
  3. Definire il budget del viaggio aziendale: l’azienda deve stabilire quanto vuole spendere per il viaggio aziendale.
  4. Definire l’organizzazione del viaggio aziendale: chi fa cosa.
  5. Definire la data e la durate del viaggio aziendale.
  6. Definire la destinazione ideale per il viaggio aziendale.
  7. Definire la struttura per il pernottamento del viaggio aziendale, che deve sempre essere di ottimo livello.
  8. Definire il programma del viaggio aziendale.


Risultati del viaggio aziendale

Se tutta l'organizzazione è perfetta nei minimi dettagli, migliora:

  • La fiducia dei dipendenti, nelle strategie e nelle poli­tiche aziendali.
  • L'affiatamento tra la direzione, il management e la forza vendita nei con­tatti professionali di tutti i giorni (favorito dalla possibilità di trascorrere alcuni giorni in­sieme, in un contesto nuovo, di cordialità, di condivi­sione di qualcosa di straordinario).
  • Per conto se qualcosa, anche di trascurabile importanza, non soddisfa le aspettative dei partecipanti, l'effetto negativo si ripercuote su tutta l'azienda.


10 consigli chiave per un viaggio aziendale di successo

  1. Non esiste dipendente o collaboratore che non possa essere incentivato.
  2. Non limitarsi al coordinamento di aspetti logistici, bensì trarre il massimo dalla destinazione prescelta, in termini di programma (per esempio, sfruttare: le bellezze paesaggistiche, i servizi di cui dispone, l'offerta culturale, le attrazioni, i divertimenti, le possibilità di relax, ecc.).
  3. Ogni viaggio aziendale deve essere un prodotto unico, creato e realizzato in funzione di specifiche esigenze aziendali. L'obbiettivo da raggiungere è, infatti, trasformare il viaggio in un'esperienza indimenticabile.
  4. Scegliere la destinazione del viaggio aziendale con cura, in funzione degli obiettivi e delle strategie dell'azienda, della comunicazione con cui è stata impostata l'intera campagna d'incentivazione, tenendo conto del "vissuto" aziendale, del profilo socio-economico e aziendale e culturale dei destinatari. Alla scelta della destinazione sono poi collegati la durata e il programma del viaggio, a partire dai trasferimenti e mezzi di trasporto valutati in funzione alla qualità del servizio offerto nel suo in­sieme: anche se non direttamente responsabile dell'organizzazione del viaggio, l'immagine dell'azienda promotrice risente in ogni momento, positivamente o negativamente dell'efficienza o meno di tutti i servizi offerti.
  5. Dare importanza alla struttura alberghiera e alla ristorazione del viaggio aziendale.
  6. Inserire un'attività di Team Building divertente e non troppo impegnativa.
  7. Prestare molta attenzione alla comunicazione del viaggio aziendale, prima durante e dopo l'evento (promozione, inviti, programma, high-light, cene, spettacoli, gare, regali, foto, video, altro). Grazie ad un buona comunicazione, è possibile far crescere e rafforzare l'entusiasmo, la soddisfazione dei partecipanti e, soprattutto, a mantenere vivo il ricordo.
  8. Affidarsi per l'organizzazione a delle aziende specializzate in viaggi aziendali. Agenzie, in gradi di trasformare il viaggio in evento.
  9. Scegliere un'agenzia della zona di destinazione del viaggio aziendale, qualcuno, cioè che conosco molto bene la regione, che sia in grado di rispondere a qualsiasi necessità e reagire anche ad eventuali imprevisti.
  10. Investire nelle risorse umane, definendo un Team Leader, carismatico, simpatico e soprattutto con esperienza nella gestione di gruppi.

MP ACTION, Via Cantonale, CH-6922 Morcote, Tel. +41 (0)91 996 20 02 Mobile +41 (0)79 681 16 36
E-mail: info@mpaction.com - www.mpaction.com